Cos’è il MaaS? Let’s learn!

La Mobility as a Service è un nuovo concetto di mobilità che prevede l’integrazione di molteplici servizi di trasporto pubblici e privati in un unico servizio, accessibile via smartphone, capace di rispondere in modo personalizzato a tutte le specifiche esigenze di mobilità e in grado di offrire una reale alternativa all’auto privata. Tutto in una sola app.

19 Maggio 2020

di Matteo Antoniola | Carlotta Gasparini

Il panorama della mobilità urbana sta cambiando rapidamente e i cittadini, gli utenti, noi tutti abbiamo a disposizione un numero sempre crescente di servizi di mobilità e soluzioni sempre più innovative per spostarci in modo smart. In questo scenario estremamente articolato e in forte evoluzione gli utenti avvertono l’esigenza di trovare nuovi punti di riferimento, per orientarsi in un panorama caratterizzato da un’offerta di servizi di mobilità digitale molto elevata, in particolare nei grandi centri urbani, ma ancora troppo frammentata.

E proprio in questo contesto il MaaS (Mobility as a Service) può diventare un nuovo concetto di mobilità “amico” degli utenti, un assistente personale alla mobilità, in grado di suggerire in modo semplice e immediato l’opzione migliore per il viaggio che intendono compiere, andando incontro alle loro nuove richieste di servizi sempre più innovativi, flessibili, veloci, convenienti e green.

Ma cerchiamo di capire meglio che cos’è il MaaS, come funziona e a come potrà aiutarci nel futuro.

La Mobility as a Service (o mobilità come servizio), universalmente noto come MaaS, è un nuovo concetto di mobilità, che prevede l’integrazione di molteplici servizi di trasporto pubblici e privati in un unico servizio, accessibile via smartphone, grazie a una piattaforma con molteplici funzioni e un unico sistema di pagamento, capace di rispondere in modo personalizzato a tutte le specifiche esigenze di mobilità e in grado di offrire una reale alternativa all’auto privata. Tutto in una sola app.

Il MaaS si inserisce quindi nel sistema di mobilità e opera come un livello di aggregazione digitale dei differenti contenuti, costituiti da tutte le opzioni di trasporto disponibili in un determinato territorio, siano essi servizi di trasporto pubblico o commerciale, servizi di mobilità individuale o collettiva, servizi tradizionali o innovativi. Le piattaforme MaaS hanno quindi la possibilità di trasformare le attuali modalità di fruizione e accesso ai servizi di trasporto da parte dei cittadini in un modello flessibile, digitale e “on demand”, capace di offrire più alternative per soddisfare le richieste di mobilità degli utenti rispetto alle opzioni disponibili, dalla più veloce, alla più economica, alla più sostenibile, oppure anche alla soluzione magari più costosa ma preferibile in un certo momento.

Come definito dalla Mobility as a Service Alliance, il concetto chiave dietro l’idea di MaaS è quello di “mettere gli utenti, sia nel caso si tratti di passeggeri che di merci, al centro dei servizi di trasporto, offrendo loro soluzioni di mobilità su misura basate sui loro bisogni individuali. Questo significa che, per la prima volta, l’accesso facilitato alla modalità o al servizio di trasporto più appropriato viene incluso all’interno di un pacchetto di opzioni di servizi di spostamento flessibili e indirizzati direttamente all’utente finale”.

La figura seguente (fonte: UITP, Ready for MaaS?, maggio 2019) mette a confronto la situazione attuale di enorme frammentazione nell’accesso ai servizi digitali di mobilità da parte degli utenti con i futuri modelli di fruizione integrata abilitati dalle piattaforme MaaS.

Per tutti gli utenti il MaaS costituisce quindi la possibilità di accedere in modo semplice e integrato ai differenti servizi di trasporto (trasporto pubblico locale, bus, tram, metro, treno, taxi, ride-sharing, car-sharing, bike-sharing, scooter-sharing, noleggio auto, parcheggi di interscambio, etc.) tramite l’utilizzo di un singolo canale digitale e suggerendo la miglior soluzione di viaggio, sulla base delle singole esigenze individuali. I servizi MaaS devono essere completi, accurati e sempre disponibili e devono offrire servizi di pianificazione, prenotazione e pagamento integrati, per tutti i tipi di spostamento, sistematici e occasionali, in settimana e nel week end, per soddisfare tutti i bisogni dal lavoro al tempo libero, in modo tale da poter costituire un servizio integrato di mobilità di valore paragonabile al possesso di un’auto privata.

Dal punto di vista della Pubblica Amministrazione, un servizio MaaS efficace, in grado di offrire ai cittadini un accesso semplificato a molteplici soluzioni di mobilità per soddisfare tutte le esigenze può costituire uno strumento estremamente potente per favorire uno shift modale verso modi di trasporto più sostenibili, riducendo il ricorso alla mobilità veicolare individuale e di conseguenza le esternalità negative connesse al traffico automobilistico.

Il MaaS può costituire un’incredibile opportunità per permettere alla governance della mobilità di ottenere benefici ambientali, sociali ed economici come mai prima d’ora!

Se volete saperne di più futuro della mobilità, continuate a seguirci!

#Conoscere

CONDIVIDI

Torna agli articoli